Due modi:

  • Contratto chiavi in mano con general contractor
    Rivolgersi a una società di servizi energetici che esegue un attestato di prestazione energetica (APE) per la singola unità abitativa (appartamento o villa) oppure una diagnosi energetica dell’edificio per il condominio (DE), e che propone tutti i lavori da fare, facendosi carico del credito d’imposta.
  • Servizio di consulenza
    Farsi redigere da una società  un attestato di prestazione energetica (APE) oppure una diagnosi energetica dell’edificio (DE)  con il relativo capitolato di lavori da eseguire, poi raccogliere i preventivi dai relativi fornitori che propongono le singole soluzioni con sconto in fattura o cessione del credito d’imposta

Quello che è certo è che per stimare l’efficienza di un intervento energetico è necessario misurarlo, quindi confrontare il livello di prestazione energetica prima e dopo l’intervento. Per questo motivo è necessario eseguire un Attestato di Prestazione Energetica (APE).

Vedi anche:

Per saperne di più

L’APE è obbligatoria in Italia dal 01.01.2012 e tutti coloro che hanno acquistato una casa dopo quella data hanno richiesto l’elaborazione di tale documentazione, anche se raramente gli hanno dato il giusto peso. Spesso viene rappresentata cosi

Per tutti coloro che hanno comprato o affittato una casa dopo il 2012 sarà sufficiente verificare l’atto di acquisto o di affitto e troveranno allegata l’APE alla fine dell’atto. Tuttavia qualora fossero trascorsi più di 10 anni o fossero stati fatti interventi dopo tale data, allora la stessa APE non avrà un corretto valore o sarà scaduta.

Per intenderci, l’APE dovrebbe dare all’acquirente o affittuario, il valore teorico di quanto costerà poi mantenere dal punto di vista energetico l’immobile. Quanto spenderà all’anno per il riscaldamento o il raffrescamento degli ambienti quindi quanto pagherà di bollette di energia elettrica e di gas.

E’ curioso che tutti noi conosciamo il costo mensile dell’abbonamento a una pay tv, ma in pochi conosciamo quanto ci costa ogni mese mantenere calda o fresca la casa, che è spesso il bene più prezioso e di valore che ognuno di noi possiede. E ancora di meno sono le persone che prima di acquistare o affittare una casa, si preoccupano di calcolarlo.

Vantaggi di una migliore classe energetica

Ipotizziamo di acquistare una casa con una Classe Energetica G, che costerà circa 250€/mese per riscaldarla e raffrescarla (100€ energia e 150€ gas) ovvero 3.000€/anno che sono 75.000 in 25 anni.

Potremmo dire che la stessa casa potrebbe valere 75.000 in più se avesse una classe energetica A.

Oppure potremmo dire che tutti gli interventi in grado di portarmi fino a quella classe energetica, si ripagheranno nel tempo fino a una spesa massima di 75.000 Euro, e quindi converrebbe farli, perché oltre a ripagarsi nel tempo, mi consentono di avere un miglior confort per i prossimi 25 anni

Vedi anche:

Per maggiori informazioni

    Nessuna attesa al telefono! Prenota la tua chiamata e verrai contattato quanto prima da un nostro consulente.

    Leggi l'informativa sulla privacy