Sostituzione dei sistemi di generazione di calore: i vantaggi

Nelle case uni-plurifamiliari, la sostituzione di un vecchio impianto esistente per la climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda sanitaria con una pompa di calore (anche in impianto ibrido o geotermico) rappresenta una delle soluzioni tecniche maggiormente utilizzate per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio.

Gli impianti a pompa di calore rappresentano una delle tecnologie che più si è fatto strada negli ultimi anni per i sistemi di riscaldamento (e anche di raffrescamento) grazie ai loro ottimi rendimenti e alla possibilità di interfacciarsi con sistemi di produzione di energia rinnovabili (l’impianto fotovoltaico) rendendoli sistemi di generazione totalmente “green”.

Proprio per i motivi sopra indicati, la sostituzione del sistema di generazione del calore rappresenta uno degli interventi trainanti previsti dal nuovo Ecobonus 110% in quanto rientrano tra quelli che maggiormente possono incidere sulla riduzione dei consumi, il miglioramento di 2 classi energetiche e la riduzione di CO2 emessa.

Cos’è e come funziona la pompa di calore? 

Le macchine a pompa di calore (come i condizionatori usati per il riscaldamento invernale) funzionano trasferendo energia termica da una sorgente a temperatura più bassa a una sorgente a temperatura più alta, utilizzando dei compressori che agiscono sulle proprietà termodinamiche dei gas attraverso dei cicli di compressione e espansione.

Le pompe di calore (PdC) riescono a raggiungere un rendimento inarrivabile per altri tipi di generazione di calore: rispetto alla quantità di energia utilizzata (quasi sempre energia elettrica) per funzionare, ne restituiscono fino a 6 volte di più sotto forma di energia termica.

Queste caratteristiche, unite alla sua possibilità di utilizzare energia prodotta da fonti rinnovabili (impianto fotovoltaico) abbinata alla presenza di sistemi di accumulo (batterie), rende la pompa di calore una delle migliori soluzioni attualmente esistenti per abbattere i consumi di energia non rinnovabile, migliorare la classe energetica della propria abitazione e accedere conseguentemente all’Ecobonus 110%.

Pompa di Calore: i vantaggi per l’edificio

  • Risparmio energetico che può raggiungere il 50% grazie a rendimenti particolarmente alti;
  • Possibilità di sfruttare fonti rinnovabili (impianto fotovoltaico);
  • Possibilità di riscaldare, raffrescare (in funzione dell’impianto di distribuzione presente) e produrre acqua calda sanitaria con un unico impianto;
  • Possibilità di utilizzare sistemi a pompa di calore ibridi (Pdc + Caldaia)

Vuoi accedere all’Ecobonus 110% per riqualificare la tua casa o il condiminio?

SCOPRI SE HAI I REQUISITI